OMBRE INDIGO

L'OMBRA È LA TRACCIA QUANDO SI AVANZA VERSO LA LUCE.

Le ombre rivelano. Quella parte segreta e misteriosa che portiamo dentro di noi, il lato discreto dei nostri gesti più intimi o più evidenti, è una verità nascosta.Le ombre son sfuggenti quanto familiari. Ci precedono, seguono, circondano e proteggono lasciandoci liberi d’essere quello che siamo. Le ombre sanno tutto dei nostri sentimenti e li diffondono. Non ci sarebbero movimenti di luce senza ombre. L’ombra olfattiva è un enigma lucente. La sua oscurità è vivace e raggiante. Si sviluppa attraverso i contrasti. Le sue note rafforzano i lineamenti audaci e gioiosi unendoli tra loro.

OMBRE INDIGO

EAU DE PARFUM

Profumo fumoso e voluttuoso, Ombre Indigo è il profumo dell’ombra. Ombre Indigo è una fragranza enigmatica, la miscela di legni e resine affumicate rivela l’opulenta luminosità della tuberosa intrecciata con uno zafferano che si scioglie in turbinii di papiro, incenso e benzoino.

Una scia profonda, seducente

e fiammeggiante.

Naso creatore:

Mylène Alran @ Robertet

GUSTAVO PELLIZZON

Il fotografo brasiliano Gustavo Pellizzon è nato a San Paolo nel 1981. Dopo aver completato gli studi in comunicazione e fotografia, collabora con quotidiano regionale «O Diário do Nordeste», e poi con quello nazionale «O Globo». Ha lavorato tra l’altro per produzioni fotografiche delle Nazioni Unite, Le Monde, The Wall Street Journal e il New York Magazine. Oggi Gustavo vive a Rio de Janeiro, pur continuando a collaborare con riviste brasiliane e internazionali, dedica il suo tempo alla fotografia, documentari e progetti di video concettuali. L’immagine scelta per Ombre Indigo è parte della serie fotografica «Encanto» (Incanto) esposta in Brasile e in Europa.

www.gustavopellizzon.com

MYLÈNE ALRAN@ROBERTET

Mylène Alran è un giovane profumiere di Albi, una città del sud-ovest della Francia. Mylène ha sempre avuto una passione per la natura ed i profumi che la circondano. Completati gli studi di chimica sceglie di dedicarsi completamente alla creazione di profumi.

Nel 2010 entra a far parte di Robertet come profumiere allievo di Jacques Flori, dove apprende rapidamente tutte le tecniche per la formulazione dei profumi.

Grazie al duro lavoro e alla sua creatività, diventa profumiere junior lavorando con Michel Almairac. Insieme creano Les Roses de Chloé, e da sola crea Azalée e Hommage à l’Homme Voyageur per Lalique.

  • perfume
  • perfume
  • perfume
  • perfume
  • perfume
  • perfume
  • perfume
  • perfume